Un gruppo ignoto di hacker ha preso di mira il sito web dell’ IRS (International Revenue Service) acquisendo così i dati di ben 100 mila contribuenti.

Ad ammettere la violazione è stato lo stesso IRS specificando però che il sito sotto attacco nei mesi di Febbraio e Marzo, “Get Transcript”, è stato sospeso. Con quest’attacco i pirati informatici sono venuti a conoscenza della dichiarazione dei redditi dei contribuenti e di dati personali come data di nascita, indirizzi, numeri di previdenza sociale, dati che potrebbero essere facilmente utilizzati per furti d’identità.

L’agenzia del fisco USA ha tempestivamente avvisato i contribuenti vittime di questo furto e ha precisato che i principali sistemi informatici, che gestiscono depositi fiscali ogni anno, rimangono ben protetti.