Cosa è la Pec?

La Posta Elettronica Certificata di semplifica la vita

La Posta Elettronica Certificata è il nuovo sistema attraverso il quale è possibile inviare email con valore legale equiparato ad una raccomandata con ricevuta di ritorno come stabilito dalla vigente normativa DPR 11 Febbraio 2005 n.68 in vigore. Il sistema presenta delle forti similitudini con il servizio di posta elettronica “tradizionale”, ma in più ha delle caratteristiche tali da fornire agli utenti la certezza, a valore legale, dell’invio e della consegna (o meno) dei messaggi e-mail al destinatario. La Posta Elettronica Certificata ha lo stesso valore legale della raccomandata con la ricevuta di ritorno con attestazione dell’orario esatto di spedizione. Con questo sistema di Posta Certificata è garantita la certezza del contenuto: i protocolli di sicurezza utilizzati fanno si che non siano possibili modifiche al contenuto del messaggio e agli eventuali allegati. La Posta Elettronica Certificata, garantisce, in caso di contenzioso, l’opponibilità a terzi del messaggio. Il termine “certificata” si riferisce al fatto che il gestore del servizio rilascia al mittente una ricevuta che costituisce prova legale dell’avvenuta spedizione del messaggio ed eventuali allegati. Allo stesso modo, il gestore del destinatario invia al mittente la ricevuta di avvenuta consegna.

I gestori certificano quindi con le proprie “ricevute”:

  • che il messaggio è stato spedito
  • che il messaggio è stato consegnato
  • che il messaggio non è stato alterato

In ogni avviso inviato dai gestori è apposto anche un riferimento temporale che certifica data ed ora di ognuna delle operazioni descritte. I gestori inviano ovviamente avvisi anche in caso di errore in una qualsiasi delle fasi del processo (accettazione, invio, consegna) in modo che non ci siano mai dubbi sullo stato della spedizione di un messaggio. Se il mittente dovesse smarrire le ricevute, la traccia informatica delle operazioni svolte, conservata dal gestore per 30 mesi, consente la riproduzione, con lo stesso valore giuridico, delle ricevute stesse.

Vantaggi e Semplicità
Il servizio PEC si usa come la normale posta elettronica sia tramite programma client (Es. Outlook Express) che via web tramite webmail.

Sicurezza
Il servizio utilizza i protocolli sicuri POP3s, IMAPs, SMTPs ed HTTPs. Tutte le comunicazioni sono protette perché crittografate e firmate digitalmente. Per questo avrete sempre la certezza che i messaggi inviati o ricevuti non possano essere contraffatti.

Valore Legale
A differenza della tradizionale posta elettronica, alla PEC è riconosciuto pieno valore legale e le ricevute possono essere usate come prove dell’invio, della ricezione ed anche del contenuto del messaggio inviato.Le principali informazioni riguardanti la trasmissione e la consegna vengono conservate per 30 mesi dal gestore e sono anch’esse opponibili a terzi.

No Virus No Spam
L’identificazione certa del mittente di ogni messaggio ricevuto ed il fatto che non si possano ricevere messaggi non certificati, rendono il servizio PEC pressoché immune dalla fastidiosa posta spazzatura.

Risparmio
Confrontando i costi di una casella PEC con quello di strumenti quali fax e raccomandate è evidente il risparmio che si può ottenere non solo in termini economici, ma anche di tempo.

Costo fisso
Il prezzo annuale di una casella PEC non prevede costi aggiuntivi in base all’utilizzo.

z_adv_pec

I vantaggi della PEC

Rispetto ad altri strumenti di comunicazione come la raccomandata, l’email o il fax, la PEC è economica, sicura e veloce. La consegna del messaggio è garantita e l’utilizzo è semplice. Alle aziende, ai liberi professionisti e ai privati che vogliono, o devono per legge, avere una certificazione della consegna del messaggio e dei suoi contenuti, allegati compresi.

La PEC funziona come una semplice casella di posta elettronica, ma ogni messaggio inviato viene catalogato con un codice identificativo e conservato per 30 mesi secondo la legge.

z_lex_pec

La Normativa della PEC

l D. Legge n. 185 del 29/11/2008 (pag.21, art.16, c.6, 7, 8, 9, 10) convertito nella Legge n. 2 del 28/01/2009 rende obbligatorio l’uso della Posta Elettronica Certificata per Aziende e Professionisti.

Con la PEC non sarà più possibile “perdere” le e-mail e sentirsi dire “è sicuro di averla inviata? Io non l’ho ricevuta!”. Usare la PEC significa evitare di perdere tempo in coda agli sportelli, sbrigare prima le proprie pratiche amministrative e risparmiare i costi per l’invio di raccomandate a/r. Questo permette di avere un rapporto con la pubblica amministrazione rapido, semplice, diretto, economico e certo. La PEC è utile per comunicare con la PA, con essa si può dialogare con gli uffici della pubblica amministrazione direttamente via e-mail, senza dover produrre copie cartacee e senza doversi presentare agli uffici. Attivarla vuol dire risparmiare tempo e denaro. Oltre ad essere utile è un diritto del cittadino: la pubblica amministrazione infatti ha il dovere di rispondere tramite PEC a tutte le comunicazioni pervenute tramite PEC (art.6 del Codice dell’Amministrazione Digitale). Inoltre con la PEC si potrà usufruire di una serie di servizi aggiuntivi quali: ricezione di un messaggio SMS di avviso e disponibilità di uno spazio di memoria nel quale archiviare i documenti scambiati.

Le imprese devono comunicare alla camera di commercio di competenza il proprio indirizzo di posta elettronica certificata?
Il decreto legge n. 185 del 29 novembre 2008, pubblicata sulla GU n. 280 del 29 novembre 2008, S.O. n. 263 convertito nella legge n. 2/2009, prevede che le imprese costituite in forma societaria sono tenute a indicare il proprio indirizzo di posta elettronica certificata nella domanda di iscrizione al registro delle imprese. Le imprese già costituite in forma societaria alla medesima data di entrata in vigore del succitato decreto, hanno l’obbligo di comunicare al registro delle imprese l’indirizzo di posta elettronica certificata entro tre anni (29/11/2011) dalla data di entrata in vigore del succitato decreto.